Endodonzia - Clinica Dentale Tortonese

Dir. Sanitario Dott. Mario Alberto Cecchini
Dir. Sanitario Dott. Mario Alberto Cecchini
Vai ai contenuti
Endodonzia
L’Endodonzia è quella branca dell’Odontoiatria che ha per oggetto i tessuti interni del dente.
 
Quando questi tessuti si ammalano, a causa soprattutto di traumi o profonde lesioni cariose, è possibile andare incontro ad infezioni e conseguente necrosi della polpa dentaria (con ripercussioni acute o croniche anche sui tessuti circostanti la radice dentale), con un alto rischio di perdita dell’elemento dentario.
 
L’endodonzia e i trattamenti endodontici fanno parte della branca dell’odontoiatria conservativa, in quanto, attraverso una cura canalare (comunemente chiamata “devitalizzazione”), consentono di salvare un dente che sia stato danneggiato nella propria struttura, cercando di evitarne l’estrazione.
 
L’endodonto è la cavità presente all’interno del dente, dove si possono distinguere due parti: la camera pulpare (ovvero lo spazio in cui alloggia la polpa) e il canale radicolare, che si apre sia verso la suddetta camera che verso il parodonto. La polpa dentaria, volgarmente detta “nervo del dente”, è un tessuto specializzato ricco di vene, terminazioni nervose e cellule connettivali che, nell’età dello sviluppo, svolge l’importantissimo compito di produrre la dentina, ovvero la struttura portante calcificata del dente, ma anche nell’adulto continua  a svolgere un ruolo determinante: idratare la dentina mantenendo vivo il dente, rendendolo sensibile anche agli stimoli termici.
 
Una cura canalare si rivela necessaria ogni volta che il tessuto pulpare risulti danneggiato. A perturbarne la salute possono intervenire vari fattori, come per esempio lesioni cariose profonde, traumi meccanici, ipersensibilità dentinale, erosioni e abrasioni giunte in prossimità della polpa dentaria.
 
Tali fattori provocano, infatti, un’irreversibile infiammazione della polpa dentaria, con l’innescarsi di una sintomatologia algica detta “pulpite” che, a seconda delle diverse situazioni cliniche, può variare notevolmente.
 
Se non curata può degenerare in un’infezione che porta alla perdita del dente.
 
Il trattamento endodontico consiste nella rimozione della polpa infiammata e infetta all’interno del dente e per tutta la lunghezza delle radici, sostituendola, previa adeguata detersione e sagomatura dei canali radicolari, con un’otturazione permanente in guttaperca e cemento canalare, evitando che, a distanza di alcuni anni, possano presentarsi infiammazioni croniche localizzate che prendono il nome di “granulomi”
 
La nostra linea di pensiero prevede che il dente naturale del paziente debba essere conservato a qualsiasi costo prima di procedere ad un’estrazione e all’inserimento di eventuali impianti dentali.
MENU
ATTESTATO

ORARIO STUDIO
Lunedì,   9.00 - 12.00
Martedì, 9.00 - 19.00

Giovedì, 9-00 - 18.00  (1° e  3° del mese)
Venerdì, 9.00 - 19.00

Sabato,  9.00 - 12.00

Copyright Cortona 2018©
Torna ai contenuti