Impiantologia Dentale - Clinica Dentale Tortonese

Direttore Sanitario Dott. Maurizio Stanchi
Direttore Sanitario Dott. Maurizio Stanchi
Vai ai contenuti
IMPIANTOLOGIA DENTALE
Gli impianti dentali sono piccole viti in titanio utilizzate come radici artificiali in sostituzione delle radici degli elementi dentali mancanti. Vengono inserite nell'osso alveolare della mandibola o del mascellare superiore come supporto di corone protesiche singole, ponti di più elementi, sino alla ricostruzione di arcate protesiche complete. Possono inoltre essere utilizzati come ancoraggio per protesi totali rimovibili, assicurando una valida tenuta e stabilità della protesi stessa. Il funzionamento degli impianti si basa su un principio biologico denominato "osteointegrazione". Questo fenomeno fa sì che l'impianto si leghi strutturalmente e fisicamente con l'osso, determinando un legame rigido e stabile. Questo permette agli impianti di sostenere le sollecitazioni meccaniche date dalla masticazione, dalla fonazione, dalla deglutizione.
L'alta tecnologia dei materiali e la standardizzazione delle procedure rende attualmente l'impiantologia. Essa è il trattamento riabilitativo d'elezione per la sostituzione di elementi dentali mancanti rispetto ai tradizionali, ponti protesici che prevedono la limatura dei denti adiacenti che fungono da pilastro, o  protesi mobili. La tecnica chirurgica di inserimento di uno o più impianti, nel tempo, si è andata sempre più semplificando, aumentandone la predicibilità e riducendo l'invasività. Anche i tempi di terapia si sono notevolmente ridotti e, nella procedura standard, si completa una riabilitazione su impianti in pochi mesi.
E’ opportuno sottolineare che un esperto chirurgo implantologo deciderà se procedere o meno all’intervento solo in seguito ad una scrupolosa valutazione della situazione clinica globale del paziente. Nel protocollo standard di una riabilitazione protesica con impianti, si distinguono una fase chirurgica ed una fase protesica. Nella fase chirurgica, dopo gli opportuni accertamenti diagnostici, vengono inseriti gli impianti, rispettando la posizione.
La fase protesica inizia con la presa dell'impronta e consta di una serie di prove prima dell'applicazione del manufatto protesico definitivo. In alcuni casi si passa per una fase di protesizazzione provvisoria,che può avere il significato di graduare il carico protesico sugli impianti o di modellare i tessuti molli prima dell'applicazione della protesi definitiva.
L'impianto post-estrattivo consiste nella possibilità di inserire un impianto nella stessa seduta in cui viene estratto il dente. Il vantaggio di questa tecnica riguarda la riduzione dei tempi e del numero di sedute nonchè la minima invasività in quanto l'alveolo dentario deve essere semplicemente rettificato per permettere il perfetto alloggiamento dell'impianto.
Se i denti sono stati estratti da diversi anni, per poter inserire gli impianti, a volte, c'è la necessità di ripristinare un'altezza adeguata di cresta ossea. L'intervento di rialzo del seno mascellare consiste nell'inserire del materiale da innesto al di sotto della membrana che riveste l'interno del seno mascellare. L'innesto, dopo qualche mese, si ossifica, ripristinando la possibilità di inserire degli impianti di dimensioni adeguate.
MENU
ATTESTATO

ORARIO STUDIO
Lunedì,   9.00 - 12.00
Martedì, 9.00 - 19.00

Giovedì, 9-00 - 18.00  (1° e  3° del mese)
Venerdì, 9.00 - 19.00

Sabato,  9.00 - 12.00

Copyright Cortona 2018©
Torna ai contenuti